Scegliere una cassaforte è un’impresa ardua, come facilmente immaginabile. Chi ha la necessità di acquistarne una vuole tenere al sicuro qualcosa di estremo valore, dal denaro ai gioielli ma anche qualcosa di prezioso a livello affettivo, tutto può essere contenuto in una cassaforte.

Si acquista una cassaforte per custodire in modo sicuro e al riparo da eventuali furti i nostri preziosi e le prime domande a sorgere spontanee sono:

  • che tipo di serratura scegliere?
  • incassata o non incassata?
  • qual è la stanza migliore per il posizionamento?

Caratteristiche essenziali per una buona cassaforte

Per scegliere la cassaforte giusta è indispensabile partire dallo scopo che la stessa avrà per noi. Tutte le moderne casseforti sono fatte di materiali altamente sicuri per la protezione dei contenuti anche in caso di incendio o scassinamento, materiali che si piegano ma non si spezzano per intenderci.

I due principali pericoli per una cassaforte, infatti, sono: incendi e scassinamento.

Passiamo all’apertura, apertura del proprietario per capirci. Ci sono vari meccanismi di apertura:

  • meccanica: apertura tramite chiave
  • elettronica: tramite combinazione
  • più meccanismi combinati insieme

La stanza dove collocare una cassaforte non è importante, anche se, per ovvi motivi intuitivi, sarebbe da evitare la camera da letto per depistare eventuali tentativi di furto.

Prima di acquistare una cassaforte sarà bene valutare le proprie esigenze per evitare di confondersi inutilmente:

  • scopo dell’acquisto: cosa dovrà contenere.
  • apertura: sempre consigliato il modello ad apertura combinata. La chiave può essere utilizzata quando si è in casa mentre il meccanismo con combinazione attivato di notte o quando si è fuori casa per più giorni